SNAI CAMPOLO PALERMO

L’anno che verrà, ecco i rinforzi utili ad incantare i tifosi: guarda Google Maps, altro che Cigarini…

tifosi carloCaro amico ti scrivo così mi distraggo un po’. E siccome sei molto lontano più forte ti scriveròDa quando sei partito c’è una grossa novità, l’anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va……Ma la televisione ha detto che il nuovo anno porterà una trasformazione e tutti quanti stiamo già aspettando…. e senza grandi disturbi qualcuno sparirà,saranno forse i troppo furbi e i cretini di ogni età………….. vedi, vedi, vedi, vedi, vedi caro amico cosa si deve inventare per poterci ridere sopra, per continuare a sperare. E se quest’anno poi passasse in un istante,vedi amico mio come diventa importante che in questo istante ci sia anch’io. L’anno che sta arrivando tra un anno passerà, io mi sto preparando è questa la novità”.

Canticchiare la splendida canzone di Lucio Dalla può servire ad ironizzare sulle tristissime vicende rosanero e su una cessione societaria a cui nessuno ormai crede anche se tutti, isole comprese, si augurano e desiderano. Se lo augura l’Italia intera, che prova una colossale pena per come è ridotto il povero Palermo, strapazzato ormai dentro e fuori le mura amiche. Se lo augurano tutti, per dare credibilità ad un campionato dove onestamente il Palermo è un intruso. Se lo augura tutto il mondo, ma non accadrà. Le novità che aspettavamo entro il 10 dicembre sono state rinviate a metà gennaio e poi saranno febbraio, marzo, etc…

ciga620Il compito adesso sarà calmare la piazza, sparare qualche dichiarazione ottimistica e tranquillizzante. Azzardiamo un’idea: con l’aiuto e la complicità di una parte della stampa (scritta ed online) opportunamente istruita, si potrebbero mettere in giro nomi importanti per il mercato di riparazione. Potrebbe, ad esempio, uscire la notizia che il Palermo sta lavorando su Cigarini, Paloschi, Maggio, Pinilla, Bovo, Cassano, Padelli, Muriel. Così la gente verrebbe distratta dalla imminente e quasi certa retrocessione, tornerebbe a sperare ed illudersi, e per qualche giorno il malcontento verrebbe messo a tacere. Ovviamente poi non se ne farebbe nulla. Ennesimo fumo negli occhi. Ma intanto sarebbe passata la tempesta.

arteaga balogh nestoPer capire invece i probabili rinforzi rosanero, dobbiamo cambiare zona geografica. Colleghiamoci con Google Maps e scriviamo Croazia. I paesi ad essa confinanti sono Bosnia, Slovenia, Ungheria, Serbia, Montenegro. Ecco, da lì arriveranno i rinforzi che salveranno il Palermo. Come sempre ormai da qualche anno. E come sempre, da qui a giugno, cambieranno ancora allenatori, direttori, collaboratori, per poi ritrovarci comunque retrocessi, come ampiamente previsto. Non solo come previsto, ma come è giusto che sia. Una squadra che perde nove partite consecutive, di cui otto in casa, non merita la serie A. E’ una estranea, oppure “una clandestina del campionato italiano” come direbbe Salvini.

Facciamocene una ragione, i numeri dicono questo e nel calcio contano parecchio. Nella partita che poteva e doveva essere l’inizio di una lenta ripresa, in un’atmosfera piena di entusiasmo, arriva probabilmente la fine di un’era, di un ciclo che da strepitoso è diventato penoso. Una gara segnata ancora una volta non solo dalla fragilità dell’organico e dalla pochezza offensiva, ma anche da colossali errori difensivi che continuano a ripetersi puntuali ogni gara.

Se in ogni partita c’è sempre qualcuno che sbaglia qualcosa di madornale, di clamoroso, il problema non è più il singolo ma la qualità dell’intero parco giocatori inadatto alla competizione. Una volta sbaglia Goldaniga, un’altra Andelkovic, una volta sbaglia Aleesami. Poi Vitiello, un’altra Gonzalez e poi Cionek. E poi anche Morganella, Gazzi, Hiljemark e pure Posavec.

zamparini-faceInsomma sbagliano tutti. Sempre, continuamente. Non è un problema di attenzione… è di qualità. E quindi è irrimediabile, come la classifica dei rosanero. Mentre la salvezza si allontana quasi definitivamente, sul web si teme che si avvicini lo spettro Venezia, cioè il fallimento. E proprio dai tifosi arrivano i commenti più divertenti…

C’è chi si augura che il paracadute di Zamparini si buchi, e chi invece paragona i rosanero non ad undici leoni ma ad undici… acari. Ma il più interessante fra i messaggi è quello che chiama in ballo la Madonna di Lourdes a cui si rivolgerebbe il Palermo per ottenere il miracolo salvezza: si sentirebbe rispondere “… dopo anni che faccio sto mestiere mi stai mettendo veramente in difficoltà”. Geniale.

La gente di Palermo, incapace di contestare, preferisce ironizzare. E ha ragione il Presidente a definirla la più corretta d’Italia. Mai una protesta, una contestazione seria. Del resto, come si può reagire, cosa c’è da fare? Ma soprattutto cosa ci sarà da fare per tutto il girone di ritorno? Guardiamo la Serie B e pensiamo alle domeniche libere della prossima stagione. Nella migliore delle ipotesi.

SNAI CAMPOLO PALERMO

About Carlo Cangemi