DIRE...blog OPINIONI PALERMO CALCIO PRIMO PIANO

Una piazza che vive nel passato, tifoso palermitano così ti fai male

Una piazza che vive troppo spesso nel ricordo del recente passato, rendendosi conto forse soltanto in parte della realtà presente: spesso è questa l’idea che offre la tifoseria palermitana, se si prova a guardare tutto con un occhio esterno e neutrale. Non è difficile imbattersi sui social network in foto e video che ricordano i tempi belli con Guidolin, le giocate di Miccoli e le reti di Toni e Amauri. Per non parlare delle fanta-formazioni che racchiudono il meglio dei giocatori sfilati in maglia rosanero negli ultimi quindici anni, con moduli sbilanciati in avanti e ben quattro trequartisti a centrocampo: “Come eravamo forti, ah se non avessero venduto Tizio e Caio!”, il tenore dei commenti è questo di solito. I Corini, i Kjær e i Migliaccio di turno smuovono la nostalgia e il cuore, in un mix di felicità e rabbia per ciò che è stato e con tutta probabilità non sarà più almeno per parecchi altri anni.

(continua a leggere l’articolo, passa alla pagina successiva)

Info sull'autore

Alessandro Rubino

Alessandro Rubino

Direttore di RetePalermo.it, ha condotto le trasmissioni tv "Palla al centro" e "Mixed zone" su CTS 90 e attualmente partecipa alle trasmissioni radiofoniche sportive di Radio Time. Corrispondente da Palermo per la redazione di SiciliaToday, in passato ha lavorato tra gli altri con Mediagol e Reterete24 ed ha diretto per un anno Sportsbook24 sul circuito nazionale Tuttomercatoweb.