Altri Sport PRIMO PIANO

Boxe, Bentivegna vuole riprovarci: “Con Ballisai match incompleto, voglio la rivincita”

Ha scelto di prendersi qualche giorno di riflessione il pugile palermitano Giancarlo Bentivegna, battutosi coraggiosamente venerdì scorso al PalaOreto contro il torinese Massimiliano Ballisai e ‘battuto’ da un taglio vicino l’occhio sinistro che ha indotto il medico ad interrompere il match, consegnando la vittoria del Titolo italiano Superleggeri al piemontese.

“Siamo giunti a questo appuntamento dopo mesi di instancabile allenamento, di meticolosa e paziente preparazione – le parole a mente fredda di Bentivegna -. Tanta la rabbia e la delusione per il verdetto ma, d’altronde, ci rendiamo conto del fatto che, essendo uno sport, la sorte ha giocato un ruolo importante e questa volta in mio sfavore.”

“Nonostante ciò non ci faremo abbattere dal risultato, per quanto controverso, ma coglieremo l’occasione per migliorare, per cercare di non ripetere gli errori commessi dal punto di vista sportivo. Solo dieci giorni di fermo per 5 miseri punti di sutura non basteranno a fermarci! – ha proseguito il boxer – All’indomani di questi riprenderò subito ad allenarmi, sempre con lo stesso amore e la stessa dedizione per questo sport, puntando a riconquistare ciò che ci spetta.”

L’occasione del riscatto potrebbe però essere dietro l’angolo: “Sto bene, mi sento carico e pronto per ricominciare l’allenamento, il mio avversario si è dimostrato di estremo valore, ma visto che il match si è concluso in maniera incompleta spero possa darmi presto una rivincita – ha dichiarato Bentivegna -. Sì, la vorrei tanto! La decisione del medico non ci ha consentito di concludere un incontro importante come quello e non ho avuto la possibilità di dimostrare integralmente la mia preparazione. ”

Serata, quella di venerdì al PalaOreto, rovinata anche dalla reazione rabbiosa al verdetto da parte di un gruppo di accesi sostenitori del palermitano, che dopo aver tentato di invadere il ring hanno provato a raggiungere l’arbitro negli spogliatoi.

“Sono molto dispiaciuto, specialmente per l’aggressione nei confronti dell’arbitro che non aveva alcuna responsabilità dell’accaduto, questa, semmai, sarebbe da addebitare al medico che ha deciso di interrompere prematuramente il match – conclude Bentivegna – . La polizia è arrivata al palazzetto solo a fatti conclusi, ma fortunatamente la situazione è stata gestita e contenuta. Né l’arbitro Ramacciotti, né altri hanno riportato alcuna lesione.”

 

Ecco alcune immagini della serata

 

 

Info sull'autore

Lorenzo Anfuso

Lorenzo Anfuso

Giornalista Pubblicista dal 2012. Ha collaborato in passato con TodaySport, lavorando poi per la rete televisiva siciliana CTS, conducendo il Tg e la trasmissione sportiva "Io Vedo Rosanero".

Attuale responsabile della comunicazione della società di pallacanestro Aquila Palermo, vicedirettore di CTS Notizie, vicedirettore di RetePalermo.it e collaboratore della trasmissione "Palla al Centro".