DIRE...blog OPINIONI Serie A

Eccoli lì, adesso tutti a rivalutare De Zerbi: soprattutto a Palermo

E adesso tutti a rivalutare De Zerbi, soprattutto a Palermo: dopo il bel finale della passata stagione a Benevento, un grande inizio con il Sassuolo con ben sette punti in tre partite (con tanto di vittoria ai danni dell’Inter). “Idee precise, ma di difficile applicazione: De Zerbi ha un credo vincente, sulla carta, ma non ha la rosa adatta per attuare il gioco che lo ha portato alla ribalta come uno dei tecnici più interessanti tra quelli emergenti”, il sottoscritto scriveva così due anni fa commentando l’esperienza palermitana del giovane allenatore bresciano.

E poi ancora, sempre due anni fa: “Il Palermo è una squadra che porta in sé delle contraddizioni, lo abbiamo già sottolineato e lo ribadiamo in questa sede: il mix non funziona, l’empatia con il tecnico vive assurdi e incomprensibili alti e bassi”, parole vecchie di due anni ma applicabili oggi a Tedino in chiave rosanero. Ma torniamo a De Zerbi, difeso a suo tempo da pochissime persone prese per folli da mezza città che non capiva come i veri problemi del Palermo non fossero in panchina.

De Zerbi il presuntuoso, come lo definivano in molti. Si tratta di un tecnico valido e con (belle) idee chiare, dal carattere spigoloso. Si farà, “sarà sulla bocca di tutti tra qualche anno” (eccoci, ci siamo). De Zerbi non è allenatore da Lega Pro, poco ma sicuro. Un concetto finalmente chiaro, dimostrato dalle prestazioni delle sue più che oneste squadre in Serie A (quel Palermo non era semplicemente all’altezza, né della categoria né in quanto a capacità di applicare il credo dell’allenatore).

Società seria, parco giocatori serio, allenatore serio: il Sassuolo di oggi c’entra poco con il Palermo di ieri. E per certi versi pure il Benevento dello scorso anno era più forte di quell’accozzaglia rosanero data in mano a De Zerbi, che adesso qualche soddisfazione potrà togliersela dando risposte a destra e a manca. I suoi neroverdi ora sono una macchina da gioco, da reti e da punti anche grazie a gente come Kevin-Prince Boateng (mica Balogh!): se continua così – e glielo auguriamo di cuore – De Zerbi con il suo Sassuolo può essere la vera rivelazione della stagione, sulla scia dell’Atalanta di Gasperini.

Info sull'autore

Alessandro Rubino

Alessandro Rubino

Direttore di RetePalermo.it, ha condotto le trasmissioni tv "Palla al centro" e "Mixed zone" su CTS 90 e attualmente partecipa alle trasmissioni radiofoniche sportive di Radio Time. Corrispondente da Palermo per la redazione di SiciliaToday, in passato ha lavorato tra gli altri con Mediagol e Reterete24 ed ha diretto per un anno Sportsbook24 sul circuito nazionale Tuttomercatoweb.