PALERMO CALCIO

Il Palermo guarda ancora tutti dall’alto, battuto l’Ascoli

Tornano i tre punti, e tornano al Barbera per il Palermo di Stellone che contro l’Ascoli mette in scena l’ormai solita prova di cuore e coraggio, giocando offensivamente, rischiando anche qualcosa, ma portando a casa l’intera posta in palio.

Tante le occasioni create dai rosa, sempre orfani di capitan Nestorovski e con gli uomini contati a sinistra, ma la rete del vantaggio al 26’ del primo tempo arriva con l’autogol più goffo e sgangherato forse mai visto al Barbera: è Perucchini, l’estremo difensore ospite, a fare un pasticcio con la palla tra i piedi mandandola incredibilmente nella sua porta.

L’Ascoli si piega, ma non si spezza, trovando soprattutto in apertura di ripresa i due legni che fanno tremare i palermitani, bravi a chiudere con un pacchetto difensivo che con un Rajkovic così potrebbe, forse, anche permettersi il lusso di non pescare sul mercato un sostituto al livello di Struna.

Nel finale, prima il raddoppio di Chochev su un’altra mezza papera del disperato Perucchini in ribattuta, e quindi il definitivo 3-0 di Szyminski che chiude i giochi.

Palermo che allunga la serie di risultati utili consecutivi a 12, mantenendo la testa solitaria della classifica e rispondendo al Brescia secondo, adesso distante tre lunghezze.

Info sull'autore

Lorenzo Anfuso

Lorenzo Anfuso

Giornalista Pubblicista dal 2012. Ha collaborato in passato con TodaySport, lavorando poi per la rete televisiva siciliana CTS, conducendo il Tg e la trasmissione sportiva "Io Vedo Rosanero". Dal 2014 al 2018 responsabile della comunicazione della società sportiva Aquila Palermo Basket.

Attuale responsabile della comunicazione della società di pallacanestro Palermo Basket, corrispondente per La Prima TV e vicedirettore di RetePalermo.it

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione. In qualsiasi momento puoi cambiare o revocare il tuo consenso direttamente dalla pagina Cookie Policy.