DIRE...blog PALERMO CALCIO PRIMO PIANO

Il futuro del Palermo tra la donna del mistero, il nuovo profeta e…

Per Follieri giusto un touch and go, una piccola toccata e fuga in città: palla ai legali, per provare ad acquistare il Palermo la volontà del foggiano dovrà incontrare quella reale di cedere da parte degli attuali proprietari. E se Facile fa sapere che per le scadenze previste tutto è a posto e il versamento delle risorse finanziarie necessarie ci sarà, al tempo stesso si parla di un’intesa tra le parti che però non si è tradotta in un contratto pur avendo comunque portato ad una nuova due diligence lampo. Follieri, o se preferite “il nuovo profeta” come lo hanno definito alcuni, nell’ambito del suo blitz volto a dimostrare la serietà del proprio interesse si è concesso alla stampa; silenzio e consueti segreti da copione, invece, per il gruppo americano che sarebbe legato ad una misteriosa imprenditrice e che starebbe agendo direttamente sui canali british che portano ai vertici di Sport Capital Group (cioè la società madre a capo delle varie “subsidiaries” che compongono la struttura di controllo del club).

Rumors vorrebbero l’esistenza di contratti preliminari, offerte vincolanti e impegni scritti: accelerate e pressioni sì, ma per passare alle cose formali (forse) è presto. Eppure, è anche tardi: si profila una corsa contro il tempo, specie se l’attuale proprietà non terrà fede ai programmi come cominciano a sospettare tutti quanti (inclusa la vecchia proprietà, vale a dire Zamparini). Serve liquidità, subito. Se ci sono i soldi, si canta messa: non conta se arriveranno dollari, euro o sterline, urge salvare il club. La partita si gioca su campi londinesi e milanesi, senza pallone bensì con gli scacchi. Bisogna fare le mosse in tempo, l’orologio corre e tutti i protagonisti vogliono evitare lo scacco matto. Soprattutto i tifosi, che di promesse e figuranti non ne vogliono sapere più, al pari di tutti i creditori e i lavoratori che aspettano quanto loro dovuto da una società dilaniata dagli ultimi anni di gestione Zamparini. Il tempo delle storielle è finito, ne girano troppe: servono garanzie vere, accompagnate da soldi veri.

Info sull'autore

Alessandro Rubino

Alessandro Rubino

Direttore di RetePalermo.it, ha condotto le trasmissioni tv "Palla al centro" e "Mixed zone" su CTS 90 e attualmente partecipa alle trasmissioni radiofoniche sportive di Radio Time. Corrispondente da Palermo per la redazione di SiciliaToday, in passato ha lavorato tra gli altri con Mediagol e Reterete24 ed ha diretto per un anno Sportsbook24 sul circuito nazionale Tuttomercatoweb.