OPINIONI PALERMO CALCIO PRIMO PIANO

Il presidente di cui il Palermo ha bisogno in questo momento…

“Il presidente è morto. Lunga vita al presidente”. La formula, rivisitata e applicata al calcio, è quella che nelle grandi monarchie accompagnava la scomparsa di un sovrano e allo stesso tempo salutava l’arrivo del naturale successore. Di naturale al Palermo ultimamente c’è poco o nulla, ma ad ogni modo un nuovo presidente si sta affacciando dalla balconata del Palazzo Reale e, anziché trovare una folla dubbiosa o arrabbiata sotto di sé, stavolta sembra vedere un popolo rosanero che lo sostiene.

Rino Foschi non sarà magari il presidente giusto per il Palermo, lui direttore sportivo di professione e incaricato pare per appena 15 giorni, ma è il presidente di cui Palermo e tifosi hanno bisogno al momento. D’altronde, le macerie lasciate dalla breve e tormentata parentesi inglese hanno aggravato, qualora ce ne fosse bisogno, la condizione di una società indebitata e dal futuro sconosciuto.

È vero: il nome del buon Rino (e soprattutto quello del direttore Amministrativo Daniela De Angeli) riporta inevitabilmente a Maurizio Zamparini, con Via del Fante che però ha immediatamente dichiarato ieri che un altro, ennesimo investitore sta “completando la redazione del proprio progetto industriale per la società”.

Oggi, 15 febbraio, sarebbe però il caso di lasciare tutte le domande, i dubbi, i retroscena del futuro rosanero riposti dentro un cassetto…magari solo per 24 ore. Stasera c’è Palermo-Brescia e al ‘Barbera’ sono attese almeno 20 mila persone, se non di più con l’ultimo giorno di vendita dei biglietti ancora in corso. In ballo non ci saranno soltanto i tre punti o la testa della classifica nello scontro diretto tra prima e seconda: quella di stasera potrebbe anche rivelarsi la notte in cui il Palermo riabbraccia idealmente i palermitani, non quelli che non se ne sono mai andati, ma quelli che si erano stancati di essere presi in giro, quelli stanchi di soffrire.

La prima da presidente di Rino Foschi, contro un avversario che non potrà mai essere un nemico come il ‘Genio’ Corini…solo alcuni dei tanti motivi per i quali stasera non vediamo tutti l’ora di essere al ‘Barbera’.

Info sull'autore

Lorenzo Anfuso

Lorenzo Anfuso

Giornalista Pubblicista dal 2012. Ha collaborato in passato con TodaySport, lavorando poi per la rete televisiva siciliana CTS, conducendo il Tg e la trasmissione sportiva "Io Vedo Rosanero". Dal 2014 al 2018 responsabile della comunicazione della società sportiva Aquila Palermo Basket.

Attuale responsabile della comunicazione della società di pallacanestro Palermo Basket, corrispondente per La Prima TV e vicedirettore di RetePalermo.it