DIRE...blog OPINIONI PALERMO CALCIO

Zamparini c’è ma non si vede? Il tema divide, è un continuo déjà vu

Zamparini c’è ma non si vede? Guardando ciò che succede in casa Palermo si fa fatica, francamente, a dissipare ogni dubbio. Il tema divide, c’è chi reputa folle chiunque pensi ci sia ancora dietro il caro vecchio patron friulano e c’è chi invece è convintissimo che nulla sia cambiato.

La realtà rosanero ci mette davanti all’ennesima scelta cervellotica a livello tecnico, con un cambio in panchina a quattro giornate dal termine del campionato e con le probabilità di giocare i playoffs ora altissime (la promozione diretta impone quattro successi in quattro partite, non impossibile ma se non altro è certamente complicato). Sul piano societario, poi, il continuo ribaltamento delle situazioni segue il filo conduttore degli ultimi anni: dagli “è fatta” ai preliminari firmati, passando per le “fasi di stallo” e gli abbandoni tra un rilancio (vero o presunto) e l’altro. Il buon Foschi non aiuta, specie se il suo consueto gioco davanti ai microfoni viene condito da termini di chiaro stampo zampariniano.

Tutto è vero, tutto è falso. Tutto è possibile, niente è impossibile. Le fonti possono anche tradire (e ci può anche stare, lo abbiamo evidenziato già in precedenza e lo ribadiamo), specie quando vicine alla società. Tra York Capital, Arkus Network e compagnia (passata, presente… e futura) c’è una novità al giorno: il caos, tipico degli scenari con regia di Zamparini, porta anche ad un crollo della credibilità sia della stampa che dei protagonisti stessi. La storia recente ci dice che gli intoppi nelle trattative, vuoi o non vuoi, prima o poi arrivano… il nodo è legato alle questioni Mepal, tra debiti-crediti indecifrabili e futuri interessi per ciò che riguarda la realizzazione di strutture quali stadio e centro sportivo. Per il momento è tutto fermo con York Capital, ma oggi si fa un gran parlare di Arkus in rampa di lancio e si aspettano novità sostanziali su questo fronte mentre spuntano altri misteriosi interessi americani.

Clausole e dettagli che fanno saltare il banco o ritardano oltremodo le firme date per vicine (guai ad azzardare scadenze e parlare di tot ore per i famigerati closing): quadretti tipicamente zampariniani, le pennellate sono quelle lì e la mano si vede. Un esonero qua e là ed il gioco è fatto, per un continuo déjà vu in salsa rosanero. Vedremo quali news emergeranno nelle prossime ore, proveremo anche a decifrare le ultimissime di Foschi e capiremo se a comandare le operazioni sono lui e la De Angeli o se davvero nulla è cambiato e la sala dei bottoni si trova ancora a casa del patron. Aspettiamo pure un annuncio ufficiale relativo ad una nuova cessione delle quote del club: sin da quando sono usciti di scena gli inglesi ci ripetono che è questione di giorni, ma intanto sono passate settimane e mesi…

P.S. per Delio Rossi: bentornato e in bocca al lupo!

Info sull'autore

Alessandro Rubino

Alessandro Rubino

Direttore di RetePalermo.it, ha condotto le trasmissioni tv "Palla al centro" e "Mixed zone" su CTS 90 e attualmente partecipa alle trasmissioni radiofoniche sportive di Radio Time. Corrispondente da Palermo per la redazione di SiciliaToday, in passato ha lavorato tra gli altri con Mediagol e Reterete24 ed ha diretto per un anno Sportsbook24 sul circuito nazionale Tuttomercatoweb.

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione. In qualsiasi momento puoi cambiare o revocare il tuo consenso direttamente dalla pagina Cookie Policy.