DIRE...blog OPINIONI PALERMO CALCIO PRIMO PIANO

Non è l’inferno, bensì il purgatorio: la Serie D è un dolore necessario

La Serie D non è l’inferno, mi perdonino titolisti e tifosi feriti. La Serie D è il purgatorio, certo dire che è l’inferno rende di più l’idea e suscita più emozioni. Quella del Palermo è una fine annunciata, ormai attesa da tempo, fa male ma purtroppo ce la si aspettava già: l’inferno, comunque sia, è un’altra cosa. Rimanere senza calcio, come successo trentatré anni fa, quello sì che è l’inferno. Stavolta, però, si sta lavorando per ripartire subito: ci sarà presto una nuova società, non ci saranno più i tanti debiti e la situazione disastrosa lasciata negli ultimi anni dalla precedente gestione. Niente più Mepal e Alyssa, finti sceicchi, fiduciari in Lussemburgo, inglesi impacciati, iene tatuate, prestanome e ciarlatani. Non che per questo si possa stare bene (anzi adesso ci si lecca le ferite, si piange il morto), ma alla lunga i benefici si noteranno. Non è l’inferno, non può e non deve esserlo: non si brucia tra le fiamme, ma si affronta una situazione di dolore necessaria per ripulirsi completamente e poter così rientrare più in là col tempo in paradiso. Gli esempi non mancano, forse il più lampante è quello del Parma con tutte le discriminanti del caso: quello emiliano è un caso come tanti altri, una dimostrazione che ritornare ai vertici si può pur ripartendo dai dilettanti. E allora versiamo tutte le lacrime che vogliamo, ma con la speranza e la concreta possibilità di poter sorridere già tra un anno imitando il Bari. Oggi in Puglia si godono la loro serenità, dopo anni di fantasmi: una Serie D trionfale, il ritorno tra i professionisti e le prospettive di una stagione da protagonisti con la Serie B nel mirino. E allora sì, pensiamoci, forse non si va all’inferno: si va incontro ad una pena temporanea, si scende in purgatorio. E si può risalire.

Info sull'autore

Alessandro Rubino

Alessandro Rubino

Direttore di RetePalermo.it, ha condotto le trasmissioni tv "Palla al centro" e "Mixed zone" su CTS 90 e attualmente partecipa alle trasmissioni radiofoniche sportive di Radio Time. Corrispondente da Palermo per la redazione di SiciliaToday, in passato ha lavorato tra gli altri con Mediagol e Reterete24 ed ha diretto per un anno Sportsbook24 sul circuito nazionale Tuttomercatoweb.