PALERMO CALCIO PRIMO PIANO

Orlando presenta il bando: “Ecco i criteri, richieste entro il 23 luglio”

Il sindaco Leoluca Orlando presenta il bando per il nuovo Palermo in Serie D, l’avviso pubblico per l’acquisizione delle manifestazioni d’interesse a rilevare il titolo sportivo rosanero: ecco il video e sotto anche la sintesi con le dichiarazioni principali dalla conferenza svoltasi nella Sala delle Lapidi.

“Oggi si riunisce il consiglio federale, ho detto al presidente Gravina che avrei comunicato le decisioni della città. Laddove una società venga cancellata, il sindaco può chiedere l’iscrizione di una squadra in Serie D in sovrannumero previo parere del presidente della Figc e del presidente della Lega D. Mi è sembrato doveroso mettere alcuni paletti nel bando, abbiamo predisposto l’avviso pubblico che oggi verrà pubblicato già al termine di questa conferenza stampa. L’avviso prevede un percorso per poter arrivare all’individuazione, da parte del sindaco, della compagine proposta per l’iscrizione in Serie D. Coloro che sono interessati dovranno fare pervenire entro le ore 20 del giorno 23 di luglio con PEC quanto richiesto: abbiamo indicato il giorno 23 per dare a chi partecipa un po’ di respiro e acquisire le lettere di patronaggio degli istituti bancari. Previste dichiarazioni sull’onorabilità dei richiedenti, chi è già stato escluso non potrà partecipare. Ci si dovrà impegnare a provvedere a tutti gli impegni per l’iscrizione e per la gestione dello stadio Barbera”.

“Viene richiesto anche un piano triennale, per i passaggi dalla D alla C e poi alla B, l’organizzazione per il settore giovanile e femminile. Il business plan triennale dovrà prevedere l’elenco dei sostenitori e tutta una serie di impegni tra i quali concedere una garanzia rispetto all’assunzione del personale già operante e in servizio con la U.S. Città di Palermo. Le istanze vanno presentate entro e non oltre il 23 luglio, la documentazione verrà esaminata dal sindaco supportato da personalità di alto profilo come Guarnotta. Criteri di valutazione positiva sarà il coinvolgimento di soggetti che non gestiscono società di Serie A, B o C per evitare che il Palermo sia ridotto ad essere satellite. Ma non sarà una condizione per partecipare o meno, però a parità di condizioni valuterò la non presenza di compagini coinvolte in altri campionati. Elemento positivo di valutazione sarà la sottoscrizione dell’azionariato popolare fino al 10% della partecipazione non per governance ma per funzione di controllo. Dovrà essere indicato pure come si pensa di coinvolgere l’amministrazione comunale, valuteremo la qualità della proposta anche in base a questo. Deciderò solo io, ascoltando il parere di Guarnotta”.

“I tempi della decisione li detta la federazione, scegliendo il 23 ci siamo dati almeno tre giorni visto che a Foggia hanno fissato il termine il 26 luglio. Abbiamo scelto anche un numero di giorni utili a livello bancario per fare tutte le operazioni necessarie. I criteri di scelta sono miei, l’idea mia è che chiunque verrà scelto avrà comunque le garanzie base. E poi avrò cura di motivare la mia scelta. Chi mi ha contattato? Tutti i nomi che si sono fatti, più altri. Noi valutiamo l’iscrizione del Palermo in D, questa non è una messa in vendita della città con il pretesto del calcio”.

Info sull'autore

Redazione RPA

Redazione RPA

RetePalermo.it è news, blog, opinioni e approfondimenti sul mondo dello sport ma non solo. Dal 2018 il magazine ha allargato gli orizzonti. RPA è partner delle trasmissioni televisive “Palla al centro” e “Diretta Stadio”, oltre che di "Sport Time" su Radio Time.